font-awesome-load
material-design-icons-load

Fotografie di un antiquario: la raccolta di Elia Volpi

L'uso della fotografia

Dall'osservazione del voluminoso lascito fotografico di Volpi emerge come le fotografie degli oggetti da lui commercializzati fossero un importante strumento di lavoro quotidiano dell'antiquario. A questo scopo, Volpi si serviva sia di immagini professionali, spesso commissionate da lui stesso, sia di fotografie amatoriali. Sul retro di molte fotografie in possesso della fototeca si trovano appunti manoscritti recanti informazioni sull'opera e l'artista, la provenienza, ma anche conteggi relativi al prezzo. Alcune fotografie documentano le condizioni di un'opera prima e dopo il restauro, probabilmente a cura dello stesso Volpi, come nel caso della Madonna con Bambino della cerchia del Botticelli. In un dettaglio di una Crocifissione di un artista umbro del XV secolo, nell'angolo inferiore sinistro si trovano addirittura integrazioni a matita dei punti danneggiati nell'originale, il che farebbe pensare a una pianificazione del restauro da parte di Volpi. Ma per il commerciante d'arte le fotografie svolgevano anche la funzione di schedario: il ritratto di un giovane reca infatti sul retro la dicitura "disposto a vendere", priva tuttavia della menzione del potenziale acquirente. Per facilitare la consultazione delle fotografie, spesso fragili, Volpi le conservava in una specie di passepartout, un foglio di carta intagliato ai quattro angoli, nel quale venivano inserite le suddette immagini.


Fotografo non identificato: Angelo dell’Annunciazione, Venezia, prima metà del XV sec., New York, Metropolitan Museum. Stampa a collodio con appunti sul retro, 23,2 x 14,6 cm, ca. 1910?, n. inv. 607458

Fotografo non identificato: Ritratto di giovane, pittore fiammingo, XVII sec., ubicazione sconosciuta. Stampa all’albume con appunti sul retro, 26 x 19,9 cm, ante 1900, n. inv. 607460

Fotografo non identificato: Madonna con Bambino, cerchio di Donatello, ubicazione sconosciuta. Stampa all’albume, con appunti sul retro, 13,8 x 9,8 cm, ante 1900, n. inv. 607459

Fotografo non identificato: Madonna con Bambino, Botticelli, Wantage, collezione privata, condizione prima e dopo il restauro. Stampa all´albume (sinistra), 25,1 x 19 cm, stampa alla gelatina d’argento (destra), 25,3 x 17,1 cm, ante 1904, n.inv. 607408/7

Brogi: Crocifissione (particolare) di un maestro umbro, già Firenze, Collezione Volpi. Stampa alla gelatina d´argento, con aggiunte a matita (Volpi?), 20,1 x 25,2 cm, ca. 1930, n. inv. 607403

Fratelli Alinari: Ritratto di Maddalena Doni, Raffaello, Firenze, Palazzo Pitti, Galleria Palatina. Stampa all’albume, 24,9 x 18,5 cm, ca. 1873, n. inv. 417386

Fotografo amatoriale: Madonna con Bambino, Alceo Dossena, già Collezione Volpi, Firenze. Stampa alla gelatina d’argento, 15,9 x 9,3 cm, 1920/30, n. inv. 607440

Gaston Bernard: Ritratto femminile (Lucrezia Crivelli?), Leonardo da Vinci, Parigi, Louvre. Stampa all’albume, 27,4 x 20,9 cm, ante 1900, n. inv. 607405

Noack: Anton Giulio Brignole-Sale, Anton van Dyck, Genova, Galleria di Palazzo Rosso. Stampa all’albume, 28 x 21,6 cm, ante 1900, n. inv. 607406

Fotografo non identificato: Reproduzione grafica da Correggio, Madonna di San Sebastiano nella Pinacoteca a Dresda. Stampa all’albume, 25,7 x 19,6 cm, ca. 1900, n. inv. 607414

Fotografo non identificato: Bambino con mela, Jean-Baptiste Greuze, Londra, National Gallery. Stampa all’albume, 20,1 x 15,3 cm, n. inv. 607409

Spooner, M.: Madonna con Bambino, Pintoricchio, Londra, National Gallery. Stampa all’albume, 20,2 x 15,1, ante 1900, n. inv. 607410

Fotografo non identificato: Adorazione dei Magi (particolare), Domenico Ghirlandaio e collaboratori, Firenze, Galleria dello Spedale degli Innocenti. Stampa al carbone, 25,5 x 19,6 cm, ante 1900, n. inv. 607411

Fotografo non identificato: Ritratto Francesco I, Pastorino da Siena, Firenze, Museo Nazionale del Bargello. Stampa all´albume, ante 1900, 25,7 x 18,8 cm, n. inv. 607413




© KHI Firenze | 03.12.2020 20:49:48