font-awesome-load
material-design-icons-load

Sigilli

Riproduzione

Il sigillo di straordinaria qualità di Ugolino Grifoni, ultimo maestro dell’ordine degli Ospedalieri di San Giacomo a Altopascio e consigliere di Cosimo I de’Medici, è conservato in una cronaca familiare dei Grifoni presso l’Archivio di Stato di Firenze, come matrice di bronzo e impronta di ceralacca sigillante. Rappresenta un caso singolare fra le matrici e le impronte presentate in questa mostra, che altrimenti non corrispondono le une alle altre. Perciò esso ci consente di richiamare l’attenzione a titolo d’esempio sulle specifiche proprietà del sigillo e sulla sua riproducibilità per mezzo della fotografia digitale. L’impugnatura elaborata artisticamente e disposta sul verso del sigillo Grifoni lascia intendere la sua funzione di attrezzo e strumento di riproduzione il quale a seguito dell’impressione nella ceralacca o nella cera può, potenzialmente, produrre infinite impronte. L’immagine incisa sul recto mostra in profondità abbassata e specularmente ciò che nell’impronta appare in rilievo e nel giusto verso; in questo caso San Giacomo, il quale in contrapposto è visualizzato in una nicchia elegante rivestita a cassettoni. Nella riproduzione fotografica sono precisamente riconoscibili i rovesci sulla matrice del sigillo, i differenti materiali di matrice e impronta e i loro diversi effetti nell’immagine. Nella nostra percezione della fotografia gli spessori dell’incisione sul sigillo si presentano però, in maniera un po’ irritante, come delle figure traballanti, come si può ben vedere nella ripresa fotografica da prospettiva inclinata del sigillo di Teobaldo. A seconda della proiezione della luce leggiamo le incisioni, alternatamente, come concave o convesse, ma a causa della nostra esperienza visiva prevale, per lo più, la percezione ingannevole dell’elevazione a
rilievo.


Sigillo di Ugolino Grifoni (matrice e impronta), 1541-76, bronzo e ceralacca, 68x31 mm (ASFi, Grifoni, filza 33)

Sigillo di Ugolino Grifoni (matrice, recto), 1541-76, bronzo, 68x31 mm (ASFi, Grifoni, filza 33)

Sigillo di Ugolino Grifoni (matrice, verso), 1541-76, bronzo, 68x31 mm (ASFi,Grifoni, filza 33)

Sigillo di Ugolino Grifoni (impronta), 1541-76, ceralacca, 68x31 mm (ASFi, Grifoni, filza 33)

Sigillo di Teobaldo De’ Prefetti di Vico (matrice, recto), fine XII / inizio XIII sec., bronzo dorato, 58 mm (Firenze, Bargello, Inv. 1079)




© KHI Firenze | 27.11.2020 17:23:50