font-awesome-load
material-design-icons-load

Giuliano da Sangallo e l’architettura di superficie

Intaglio

Giuliano da Sangallo è particolarmente attento al trattamento dei dettagli. Fra i numerosi esempi, spiccano i capitelli composti di elementi vegetali del cortile di Palazzo Gondi, su cui si concentra un’immagine fotografica prodotta dallo stabilimento Brogi. In maniera analoga è trattata una coppia di capitelli della sacrestia di Santo Spirito, ugualmente ricca nella decorazione, ma riplasmata in senso figurativo, con al centro una sirena affiancata da due nudi virili. Gli elementi figurativi rivelano l’interesse di Sangallo per l'arte antica, studiata accuratamente durante i suoi viaggi, ma anche presso le collezioni di Lorenzo il Magnifico. Di tali studi resta traccia anche nei suoi libri di disegni, in particolare il Taccuino Senese (oggi nella Biblioteca Comunale degli Intronati di Siena) e il Codice Barberiniano (Biblioteca Apostolica Vaticana). Gli elementi figurativi e vegetali possono raggiungere, nell’opera di Giuliano, una straordinaria tensione rispetto all'architettura, come dimostra il cortile di palazzo Scala a Firenze. Il disegno dell’ornato rivela inoltre la formazione dell’architetto come intagliatore del legno e intarsiatore, come si nota chiaramente nel carattere quasi grafico della volta del vestibolo della sagrestia di Santo Spirito. Tuttavia, le sottigliezze della decorazione spesso non risultano apprezzabili per l’osservatore poiché collocate in altezza; i numerosi primi piani conservati in Fototeca, alcuni dei quali disponibili anche in formato digitale, ne consentono invece uno studio più dettagliato.


Giuliano da Sangallo: Rilievo di una trabeazione e una base antiche dalle terme di Diocleziano / Due piante di sepolcri. In: Taccuino Senese, Biblioteca Comunale degli Intronati, fol. 15v/16r. Foto: fotografo sconosciuto, collotipia, 20,8 x 26,6 cm, ante 1902, nr. inv. 64190 (lascito Cornelius von Fabriczy)

Giuliano da Sangallo, Mercati Traianei a Roma. In: Codice Barberiniano, Biblioteca Apostolica Vaticana, Barb. Lat. Vat. 4424, fol. 5v. Foto: Gustavo Lucchetti, aristotipia, ante 1902, 19,7 x 24,8 cm, vor 1902, nr. inv. 26219 (lascito Cornelius von Fabriczy)

Giuliano da Sangallo, Crypta Balbi a Roma. In: Codice Barberiniano, fol. 4v, Biblioteca Apostolica Vaticana, Barb. Lat. Vat. 4424. Foto: Gustavo Lucchetti, stampa all'albumina, 19,9 x 23,4 cm, ante 1902, nr. inv. 26225 (lascito Cornelius von Fabriczy)

Giuliano da Sangallo: Giuditta. In: Taccuino Senese, Biblioteca Comunale degli Intronati, fol. 32r. Foto: Gustavo Lucchetti, stampa all'albumina, 24,9 x 17,6 cm, ante 1902, nr. inv. 26226 (lascito Cornelius von Fabriczy)

Firenze, Palazzo Gondi, capitello. Foto: Studio Brogi, ante 1907, stampa alla gelatina d’argento, 25,3 x 19,3 cm, nr. inv. 112155

Firenze, Palazzo Gondi, balaustra della scala e capitello. Foto: Luigi Artini, 1981, stampa alla gelatina d’argento, 23,7 x 17,9 cm, nr. inv. 417462

Firenze, chiesa del Cestello, ora Santa Maria Maddalena dei Pazzi, particolare del quadriportico. Foto: Hilde Lotz-Bauer, vor 1943, stampa alla gelatina d’argento, 23,8 x 18,1 cm, nr. inv. 382338

Firenze, chiesa di Santo Spirito, sagrestia, capitelli figurativi. Foto: Cristian Ceccanti, 2014, fotogafia digitale, nr. inv. 614474

Firenze, palazzo Scala, ora Gherardesca, cortile. Foto: Luigi Artini, 1982, stampa alla gelatina d'argento*, 17,8 x 23,9 cm, nr. inv. 393508

Firenze, Palazzo Scala, ora Gherardesca, particolare della corte interna. Foto: Luigi Artini, 1982, stampa alla gelatina d'argento, 17,9 x 23,8 cm, nr. inv. 405074

Firenze, chiesa di Santo Spirito, vestibolo della sagrestia, particolare della volta. Foto: Studio Brogi, ante 1907, stampa alla gelatina d’argento, 25,2 x 20 cm, nr. inv. 158490

Firenze, Palazzo Scala, ora Gherardesca, soffitto stuccato del studiolo. Foto: Paolo Bacherini, 2002, stampa alla gelatina d’argento, 17,7 x 23,5 cm, nr. inv. 573225

Poggio a Caiano (Prato): villa medicea, pronao. Foto: Cristian Ceccanti, 2014, fotografia digitale, nr. inv. 61448

Prato, basilica di Santa Maria delle Carceri, altare. Foto: Studio Brogi, 1900 ca., stampe ad albume, 24,9 x 19,7 cm, nr. inv. 87726

Prato, basilica di Santa Maria delle Carceri, partiolare di un portale. Foto: Fratelli Alinari, ante 1928, stampa alla gelatina d’argento, 24,9 x 19,2 cm, nr. inv. 51542

Firenze, chiesa di Santa Maria Novella, cappella Gondi, particolare dei sedili laterali. Foto: Ralph Lieberman, 1995, stampa alla gelatina d’argento, 25,1 x 20,3 cm, nr. inv. 538150




© KHI Firenze | 09.07.2020 13:53:58