font-awesome-load
material-design-icons-load

Ramboux. Tra arte e storia dell’arte

Illustrazione dell’antica arte cristiana

Nel 1845 Ramboux presentò al Congrès archéologiques de France a Lille una selezione della sue circa 3000 copie di opere dell’arte italiana. Il grande successo ottenuto fu un forte incentivo alla loro pubblicazione, per la quale Ramboux scelse la procedura della litografia, che aveva utilizzato già negli anni ‘20. Le 300 tavole in folio grande dei suoi Umrisse zur Veranschaulichung alt-christlicher Kunst in Italien, apparse nel 1852-58, raffiguranti essenzialmente pittura antica, furono fatte litografare da Ramboux a Colonia da Johann Caspar Baum. Il lavoro si rifaceva all’opera sull’arte medievale di Seroux d’Agincourt, pubblicata nel 1823 con il titolo Histoire de l’Art par les monumens depuis sa décadence au IVe siècle jusqu’à son renouvellement au XVIe e corredata da 325 incisioni, che aveva avuto grande diffusione.
Gli Umrisse, che presentano anche due opere tratte dalla collezione privata di Ramboux, rappresentano un’integrazione e una continuazione della Historie, ma anche una competizione con essa. In entrambi i lavori viene raffigurata la Maestà di Guido da Siena e trascritta - come da originale - la data 1221, erroneamente interpretata come anno di realizzazione dell’opera. Ramboux, membro della Société française d'archéologie, sperava in una diffusione internazionale degli Umrisse, e per tale ragione scrisse appositamente le brevi didascalie in tedesco e francese. Qui egli fa spesso riferimento ai suoi acquerelli a Düsseldorf, nonché a Giorgio Vasari, le cui Vite influenzarono la scelta dei suoi soggetti. Come omaggio al pioniere della storiografia artistica, le due ultime tavole mostrano ritratti di Vasari e della sua famiglia.


Ramboux: frontespizio di Umrisse, Firenze, KHI, Biblioteca, coll. H 4559 u (RARO); KHI, Fototeca, Graphik Mal. Deutsch Modern, nr. inv. 616284

Ramboux: Elenco descrittivo dei contenuti di Umrisse, Firenze, KHI, Biblioteca, coll. H 4559 u (RARO); KHI, Fototeca, Graphik Mal. Deutsch Modern, nr. inv. 616307

San Nemesio e Giovanni il Battista, Ramboux da Spinello Aretino, Budapest, Szépmüvészeti Múzeum, già nella collezione Ramboux; da: Umrisse, II-09-104, KHI, Biblioteca, coll. H 4559 u (RARO); KHI, Fototeca, Graphik Mal. Got., nr. inv. 616177

San Nemesio e Giovanni il Battista, Spinello Aretino; tempera su tavola, 193,9 x 86,5 cm, Budapest, Szépmüvészeti Múzeum, già nella collezione Ramboux; KHI, Fototeca, Mal. Got., nr. inv.

Madonna col Bambino, calcografia di Seroux D’Agincourt da Guido da Siena, Siena, San Domenico; in: Seroux D’Agincourt, Jean Baptiste, Histoire de l’art par les monumens, depuis sa décadence au IVe siècle jusqu’à son renouvellement au XVIe, Parigi 1823, vol. 5; KHI, Biblioteca, coll. C 50 (RARO)

Madonna, Ramboux da Guido da Siena, Siena, San Domenico; da: Umrisse, II-14-128, KHI Biblioteca, coll. H 4559 u (RARO); KHI, Fototeca, Graphik Mal. Rom. zu, nr. inv. 616100

Gesù Bambino, monogramma e data, Ramboux da Guido da Siena, Siena, San Domenico; da: Umrisse, II-13-125, KHI Biblioteca, coll. H 4559 u (RARO); KHI, Fototeca, Graphik Mal. Rom. zu, nr. inv. 616099

Madonna col Bambino, Guido da Siena, Siena, San Domenico (ricostruzione: Curt Weigelt); KHI, Fototeca, Mal. Got., nr. inv. 123328

Morte di San Francesco d’Assisi e lamento delle Clarisse, Ramboux da Giotto di Bondone, Assisi, San Francesco, basilica superiore, Storie di San Francesco; guazzo, acquerello, matita su carta, 47,9 x 42,8 cm; Museum Kunstpalast, Düsseldorf, nr. inv. R 79

Lamento di Santa Chiara alla morte di San Francesco d’Assisi, Ramboux da Giotto di Bondone, Assisi, San Francesco, basilica superiore, Storie di San Francesco; da: Umrisse, I-12-056, KHI Biblioteca, coll. H 4559 u (RARO); KHI, Fototeca, Graphik Mal. Got. zu, nr. inv. 616131

Allegoria della chiesa, Andrea Bonaiuto, Firenze, Santa Maria Novella, Il Cappellone degli Spagnoli, parete est; KHI, Fototeca, Arch. Rom. u. Got., nr. Inv. 382264, foto di Hilde Lotz-Bauer (ante 1943)

Ritratti di artisti, Ramboux da Andrea Bonaiuto, Firenze, Santa Maria Novella, Il Cappellone degli Spagnoli, parete est, Allegoria della chiesa; in: Umrisse, II-07-093, KH, Biblioteca, coll. H 4559 u (RARO); KHI, Fototeca, Graphik Mal. Got. zu, nr. inv. 616168

Ritratti di artisti, Ramboux da Andrea Bonaiuto, Firenze, Santa Maria Novella, Il Cappellone degli Spagnoli, parete est, Allegoria della chiesa; in: Umrisse, II-07-094, KHI, Biblioteca, coll. H 4559 u (RARO); KHI, Fototeca, Graphik Mal. Got. zu, nr. inv. 616169

Vita di Cimabue, da: Giorgio Vasari, Le vite de' più eccellenti pittori, scultori, e architettori, Firenze 1568, vol. 1/2; KHI, Biblioteca, coll. H 85 (RARO)

Ritratto di Lazzaro e Giorgio Vasari, Ramboux da Giorgio Vasari, Arezzo, Chiesa delle sante Flora e Lucilla, già nella Pieve di Santa Maria Assunta; in: Umrisse, II-60-299, KHI, Biblioteca, coll. H 4559 u (RARO); KHI, Fototeca, Graphik Mal. Ren. zu, nr. inv. 616435

Predella dell’altare vasariano con ritratti di Lazzaro e Giorgio Vasari, Giorgio Vasari e collaboratori, olio su tavola, 40 x 50 cm, ubicazione sconosciuta, già nella Chiesa delle Sante Flora e Lucia, KHI, Fototeca, Graphik Mal. Ren. zu, nr. inv. 50885, foto della Soprintendenza BAS Firenze (ante 1928)




© KHI Firenze | 20.08.2019 20:06:45